SHARE
Il dipinto dell'Annunciazione recuperato all'interno della chiesa di Arquata del Tronto dopo il terremoto del 2016

Lo scorso 28 maggio, presso la sede vescovile di Ascoli Piceno, si è tenuta la cerimonia di chiusura dei lavori di restauro dell’Annunciazione di Arquata del Tronto. Un prezioso dipinto a olio su tela del XVI secolo recuperato dalla chiesa della SS. Annunziata del piccolo comune in provincia di Ascoli Piceno, rasa al suolo dal terremoto del 2016. Il restauro è stato finanziato dalla Colgate Palmolive di Anzio e dai suoi dipendenti,  che – nell’occasione del 60° anniversario dello Stabilimento di Anzio – hanno così voluto manifestare  la loro vicinanza ai territori colpiti dal sisma. Alla cerimonia, oltre al Direttore dello Stabilimento, Ing. Michele Patete,   erano presenti il vescovo di Ascoli Piceno, S.E. Mons. Giovanni D’Ercole, la Prof.ssa Graziella Roselli dell’Università di Camerino,  il sindaco di Arquata e tutti coloro che hanno preso parte alle operazioni di recupero e di restauro dell’opera. La solidarietà della Colgate Palmolive di Anzio e dei suoi dipendenti ha ricevuto un ringraziamento corale  da parte delle istituzioni e della comunità marchigiana. Colgate Palmolive, insieme all’Università di Camerino e la Diocesi di Albano sta ora programmando un evento di esposizione dell’Opera all’interno dello Stabilimento di Anzio e nel museo diocesano di Albano,  per renderla temporaneamente fruibile nel nostro territorio e per promuovere altre iniziative a sostegno delle zone colpite dal terremoto.

Il dipinto dell’Annunciazione di Arquata del Tronto restaurato