Home Calcio Calcio Eccellenza, il Lavinio Campoverde corsaro con l’Audace

Calcio Eccellenza, il Lavinio Campoverde corsaro con l’Audace

22
0
SHARE

Bella e importante vittoria del Lavinio Campoverde a Genazzano contro l’Audace. I granata vincono 3-2 grazie a un gol nel finale di gara. Una rete pesante che permette alla squadra anziate di rimanere in corsa per la salvezza diretta, distante due punti a due giornate dal termine della reguar season. L’Audace con questa sconfitta dice addio al sogno di vincere il campionato, finendo a meno otto dalla vetta anche se con una gara in meno della capolista Pro Calcio Tor Sapienza, ormai a un passo dal trionfo.

Augusto Capolei, fresco di provino con l’Ascoli, ancora protagonista

All’Audace non basta un Demofonti in gran spolvero, autore di una doppietta. Il Lavinio Campoverde c’è, lo dimostrano le reti di Trippa, Giannone su rigore e quella decisiva di Capolei, a cui evidentemente ha fatto bene l’aria di Ascoli Piceno, dov’è stato protagonista nei giorni scorsi di un provino con i bianconeri che militano in serie B.

Primo tempo scoppiettante con l’Audace, che si stava giocando ancora la vittoria del campionato, che passa in vantaggio con Demofonti. Gli ospiti però rispondono presente e ribaltano il punteggio. Prima è Riccardo Trippa a trovare la rete del pareggio, quindi è Giannone su rigore a confezionare il sorpasso. I padroni di casa si ritrovano a dover inseguire, ma lo fanno bene. Prima dell’intervallo è ancora Demofonti a trovare doppietta e pareggio.

La ripresa è molto combattuta ma più avara di gol. Alla fine la partita si decide al 90′ e a farlo è Capolei che concretizza un bel contropiede: azione tutta di prima è diagonale vincente  dalla destra dell’esterno basso che si infila sul palo alla destra del portiere dell’Audace.

La lotta per la salvezza è apertissima e il Lavinio Campoverde ci crede, anche se davanti ha due gare difficili: prima il derby sul campo della Virtus Nettuno, poi la gara interna con il Sora, in corsa per il secondo posto. Se vuole evitare i play out la squadra granata è obbligata a vincere, soprattutto nella gara con la Virtus, un’avversaria diretta.