Home Cronaca Anzio Al Vinitaly 2019 Anthium e Divina Provvidenza protagonisti

Al Vinitaly 2019 Anthium e Divina Provvidenza protagonisti

30
0
SHARE

Casa Divina Provvidenza e Casale Del Giglio conquistano il Vinitaly 2019. Alla vetrina nazionale del vino italiano, l’azienda agricola nettunese delle sorelle Cosmi ha ricevuto due meritati riconoscimenti con le due annate 2017 e 2018 del  Roma Dop Bellone.

Al salone internazionale dei vini e distillati, svoltasi a Verona dal 7 al 10 aprile e al quale hanno partecipato rinomati enologi internazionali, i vini della Casa Divina Provvidenza, rappresentata all’esposizione da Adelaide e Piera, hanno conquistato la fiducia dei giudici grazie alla dedizione e la passione messa in atto nel lavoro quotidiano anche dall’intero personale della Cantina, coordinato dall’enologo Marco Delli Zotti, grazie al quale la produzione dell’azienda vinicola ha avuto una grande ascesa e continua a conquistare riconoscimenti di primo livello. Quest’anno il vino Cacchione di Nettuno, nome locale del Bellone, è stato apprezzato anche fra le alte cariche istituzionali, che si sono complimentate personalmente con l’azienda nettunese. La famiglia Cosmi continua così a presentarsi come un’eccellente rappresentanza e interprete di una Lazio che produce qualità.

Tra i dodici vini laziali selezionati da enologi internazionali e inseriti nella “5StarWines – The Book 2019” anche il bianco Anthium 2018, il Bellone di AAl Vinitaly nzio Lazio Igp, prodotto dalla società agricola “Casale del Giglio”. Anthium è un autoctono Bellone, storica varietà radicata nell’area dei Castelli Romani e di cui l’azienda pontina ha riprodotto una sua versione. La tradizione lo vuole abbinato ad una minestra di pesce tipica dei pescatori portodanzesi, la “Minestra di Sgavajone”, ed è per questo che Anthium è così apprezzato nel nostro territorio.