SHARE

La crudele legge degli ex colpisce e fa male al team pontino. Parisi e Maras fanno doppietta e Bonito chiude la porta. Dalla parte pontina intorno ad un’indomabile Lapenna (oggi top scorer dell’incontro con 4 reti), poca concretezza e troppa prevedibilità nell’azione di palleggio esterno, per poter “offendere” Bonito. Eppure la gara rimane in equilibrio, con un primo, ed unico, strappo neroazzurro nel secondo quarto. Una “beduina” di Lapenna e tiro nel set di Priori fanno decollare il risultato sul +2 (2-4). Gioia temporanea per i ragazzi di Mirarchi. La Roma Vis Nova reagisce con veemenza, ed infila un micidiale “filotto”: Vitola, Maras in superiorità, Spinelli, Parisi, capovolgono il risultato. Nel mentre Bonito para un tiro di rigore a Gianni. Ora sono i romani a +2 (6-4) ad inizio terzo quarto. A segno Tulli per il Latina e ancora Maras per la Vis (entrambi in superiorità), ma la distanza non cambia. L’ultimo quarto va avanti con ritmo altalenante ma rimane sempre la forbice del risultato a favore del team di Calcaterra, che allunga il passo con doppietta finale di Ferraro. Partita dunque chiusa con risultato che rispecchia abbastanza fedelmente quanto visto in acqua. Romani più precisi nelle conclusioni e cinici nei momenti decisivi della gara. Troppi gli errori in fasi delicate della partita per i pontini-anziati.

ROMA VIS NOVA – LATINA ANZIO 10-7 (1-1, 4-3, 2-1, 3-2)

Roma Vis Nova: Bonito, Cartozza, Murro, Ferraro (2), Galli, Iocchi Gratta, Spinelli (1), Maras (2), Parisi (2), Gobbi, De Vena, Rella (1), Vitola (2). Allenatore Calcaterra

Latina Pallanuoto: Cappuccio, Tulli (1), De Bonis, Goreta, Gianni, Falco, Castello, Barberini, Lapenna (4), Priori (1), Di Rocco (1), Giugliano, Castaldi.Allenatore Mirarchi

Arbitri: Rotondano e Carminati

Superiorità numeriche: Vis Nova 3/7; Latina Anzio 2/6

Andamento partita: 1-0/ 1-1/ 1-2/ 2-2/ 2-4/ 6-4/ 6-5/ 7-5/ 7-6/ 8-6/ 8-7/ 10-7