Home Cronaca Anzio, ospiterà una Casa famiglia la villa confiscata alla criminalità

Anzio, ospiterà una Casa famiglia la villa confiscata alla criminalità

272
0

Approvata la delibera per l’assegnazione, ad una cooperativa sociale, della villa confiscata alla criminalità organizzata e consegnata al Comune di Anzio. L’immobile ospiterà una Casa Famiglia per minori

Una delle ville confiscate nel 2017 alla criminalità organizzata ospiterà una Casa famiglia per minori.

Si tratta dell’immobile di via Tamburrano, assegnata al Comune di Anzio che a sua volta, con un delibera di Giunta dei giorni scorsi, l’ha concessa ad una cooperativa sociale. Sarà quest’ultima, come spiega l’assessore al Bilancio e Patrimonio, Eugenio Ruggiero, a farsi carico della manutenzione e della cura della villa, fino all’eventuale provvedimento definitivo di confisca al fine di garantirne il mantenimento in buono stato.

“In un recente incontro in Regione, alla presenza del Governo – sottolinea l’Assessore anziate – abbiamo evidenziato la necessità di una modifica legislativa, finalizzata ad accorciare i tempi per l’assegnazione definitiva di questa tipologia di immobili e l’importanza  dello stanziamento, di risorse pubbliche, per le opere di sistemazione dei beni che vengono assegnati ai Comuni. Chiudere la filiera, assegnazione definitiva, fondi, sistemazione e messa in sicurezza dei beni confiscati, sarebbe fondamentale per rendere immediatamente disponibili gli immobili per supportare i Comuni che non hanno a disposizione le ingenti risorse, spesso indispensabili, per renderli fruibili e utilizzabili per fini sociali”.          

Per restare in tema, martedì è stato formalizzato in Regione il passaggio definitivo a favore di 64 Comuni di decine di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata. Anche Anzio e Nettuno rientrano tra le amministrazioni locali che hanno accettato di acquisire al patrimonio comunale gli immobili sottratti alle organizzazioni mafiose. Anzio ha accettato l’acquisizione al patrimonio comunale di due ville e un appartamento confiscati a soggetti vicini ad una organizzazione criminale, mentre Nettuno ha acquisito due appartamenti e due terreni agricoli di proprietà di un esponente della famiglia Casamonica. Altri particolari sul numero del Granchio questa pomeriggio in edicola.