Home In evidenza Pubblica illuminazione di Anzio, il M5S: “In Giunta troppa fretta di deliberare”

Pubblica illuminazione di Anzio, il M5S: “In Giunta troppa fretta di deliberare”

29
0
SHARE

A freddo e dopo la deliberazione di Giunta che ha deciso di esternalizzare la gestione della pubblica illuminazione (Servizio luce 3, 9  anni per 10 milioni di euro) oggi a tornare sull’argomento è il M5S con Alessio Guain: “La Giunta ha deliberato in fretta e furia, chiudendo totalmente il dibattito politico. È stata usata la Commissione come fosse una conferenza stampa dove raccontare intenzioni, senza produrre un solo documento tecnico a supporto, una bozza di capitolato tecnico o relazioni, solo parole. Solo a fine commissione e su nostra richiesta ci sono stati dati alcuni documenti parziali“.

Una delle anomalie riscontrate è che la Giunta (dove fono a pochi giorni fa piū di qyalcuno era contrario alla convenzione Consip) abbia deliberato neppure 24 ore dalla commissione Lavori pubblici convocata proprio per fare chiarezza sull’argomento. “Le Commissioni non sono vetrine per le iniziative della giunta ma luoghi di confronto politico ai fini di trovare le migliori soluzioni a problemi locali. Dove l’opposizione può produrre contributi e osservazioni“, sottolinea Guain.
Ma soprattutto non capiamo tutta questa fretta da parte della Giunta, forse c’entra la nostra richiesta dei documenti? Cosa fa paura alla maggioranza tanto da evitare la discussione? Ricordo alla maggioranza che è in maggioranza e che quindi in Consiglio potrebbero fare il bello e il cattivo tempo, ma almeno il dibattito dovrebbe essere garantito! Con questo appalto si sta esternalizzando un servizio pubblico e riteniamo che il passaggio in Commissione ma soprattutto in Consiglio Comunale sia indispensabile. Così facendo si è esautorato il ruolo di questi due organi. Da parte nostra, stiamo studiando le carte, aspettiamo di conoscere il capitolato di appalto e la convenzione per poter esprimere un parere ed informare i cittadini sulle criticità“.