Home Cronaca Da Nettuno a Roma, beni per 1 milione di euro sequestrati a...

Da Nettuno a Roma, beni per 1 milione di euro sequestrati a noto gruppo criminale

1640
0

Nel sequestro da un milione di euro dei Carabinieri ci sono un appartamento e due box a Roma, un negozio a Nettuno, un’imbarcazione, diverse società e alcuni conti correnti

E’ finito sotto sequestro preventivo il patrimonio, dal valore di circa un milione di euro, intestato ai fratelli Salvatore e Genny Esposito, entrambi indagati per associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina, aggravata dall’uso delle armi. A mettere i sigilli ai beni sono stati, stamattina tra Nettuno Roma e Napoli, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma. Il sequestro è arrivato dopo la conclusione di indagini patrimoniali, svolte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma tra il 2013 e il 2016 che hanno consentito di rilevare come i fratelli Esposito disponessero di beni e avessero un tenore di vita del tutto sproporzionato rispetto al reddito percepito e dichiarato. La stessa indagine ha consentito di scoprire un’organizzazione malavitosa dedita al traffico di droga che secondo i Carabinieri fa riferimento ai fratelli Esposito, figli di “Gigino Nacchella“, esponente del clan camorristico Licciardi di Napoli Secondigliano. La loro ascesa è partita da Nettuno, dove tempo addietro si erano stabiliti.

Già nel marzo scorso era stata attuazione a 19 richieste di custodia cautelare, stamattina il sequestro dei beni per un milione di euro ai fratelli Esposito.