Home Cronaca Lavinio, chiuso asilo nido abusivo. Era sporco e non aveva i requisiti

Lavinio, chiuso asilo nido abusivo. Era sporco e non aveva i requisiti

2986
0

I titolari sono stati deferiti all’autorità giudiziaria perché la struttura non aveva i requisiti necessari; pessime le condizioni igienico-sanitarie nelle cucine e nella zona ninne

Chiuso dalla Polizia Locale di Anzio un asilo nido: accertate carenze igienico-sanitarie e la mancanza di autorizzazione. Nel corso del costante controllo del territorio sulle attività presenti, i caschi bianchi guidati dal Dirigente Sergio Ierace hanno appreso dell’esercizio di un asilo nido non autorizzato operativo in zona Lavinio. Nei giorni scorsi, unitamente al personale della Asl preposto, gli agenti del corpo hanno proceduto ad un’ispezione presso la struttura individuata, congiuntamente a personale dei servizi sociali del Comune.
All’interno della struttura sono stati trovati 26 bambini, più della metà dei quali con meno di tre anni, assistiti da personale non idoneo alla cura degli stessi ed in numero comunque insufficiente. L’attività veniva esercitata celandola dietro l’autorizzazione all’esercizio di ludoteca, attività destinata a bambini con età compresa dai tre ai quattro anni e non autorizzata alla somministrazione dei pasti.
Ben diversa invece la situazione accertata, oltre 15 i bambini di età inferiore ai tre anni, con la presenza di una cucina adibita a mensa.
Sconcertante la carenza di igiene e sicurezza negli ambienti ove i bambini venivano accuditi. La cucina veniva trovata in carenze igienico-sanitarie evidenti, con la conservazione degli alimenti effettuata in modo promiscuo e senza il rispetto delle più elementari condizioni igieniche di conservazione. In quella che viene chiamata “stanza delle ninne” i lettini erano sporchi con la biancheria macchiata. Nell’area giochi chiodi scoperti emergenti dal mobilio e posizionati proprio all’altezza dei bambini.
Le condizioni igieniche e di sicurezza assolutamente non rispettate hanno determinato la chiusura degli spazi dedicati all’asilo nido illecitamente attivato e la denuncia all’Autorità Giudiziaria dell’esercente.