Decine di cavalli, gatti e addirittura un’oca, un asino e un tacchino. Questi sono stati gli assoluti protagonisti della tradizionale festa di Sant’Antonio Abate, una delle feste più amate del territorio di Nettuno e che ogni anno riscuote un buon successo di pubblico.
Alle 10.30 gli animali, accompagnati dai loro amati padroni, si sono ritrovati presso Piazza Cesare Battisti e in seguito hanno svolto la tradizionale sfilata che li ha portati presso la Chiesa di San Francesco. Ad attenderli i responsabili della Confraternita e il parroco padre Fabrizio che ha letto un passo del Vangelo in cui si celebrano e si elogiando le figure di tutti gli animali. Quindi il parroco ha impartito la benedizione agli animali e ai loro padroni. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un portachiavi e un’immagine di Sant’Antonio, un ricordo che porteranno sempre nei loro cuori. Terminata la benedizione degli animali si e celebrata una messa a cui hanno partecipato tutti i membri della confraternita e il consigliere comunale Roberto Lucci. Una giornata davvero emozionante per tutti, in particolare per la confraternita che si adopera con cura e professionalità per l’organizzazione della festa di Sant’Antonio.