Home Cultura Congresso dei Testimoni di Geova, due nettunesi tra i nuovi fedeli

Congresso dei Testimoni di Geova, due nettunesi tra i nuovi fedeli

10345
0
CONDIVIDI

Continuano al Palalottomatica di Roma i lavori del congresso dei Testimoni di Geova. Quella in corso è una tre giorni dal tema “Non ti arrendere!” che sottolinea l’importanza di non smettere di fare il bene verso tutti per combattere e vincere le mille difficoltà che ogni persona è costretta a vivere giorno dopo giorno. Milioni di Testimoni di Geova in tutto il mondo cercano di seguire questo consiglio, tratto dalla Bibbia, e invitano tutti a fare altrettanto.

Questa mattina il battesimo per immersione in acqua dei nuovi fedeli

Tra i fedeli presenti al congresso romano, il secondo dei tre in programma a luglio al Palalottomatica, anche i circa settecento provenienti da Anzio e Nettuno. Alla tre giorni di questo fine settimana, infatti, prendono parte le numerose congregazioni presenti sul Litorale romano, da Civitavecchia a Nettuno, nella Tuscia, in parte dell’Abruzzo e nella città di Roma. I presenti odierni sono stati quasi diecimila, compresi numerosi ospiti, dato che l’ingresso al congresso, come sempre, è libero. Oltre ai diversi discorsi tratti da passi biblici, ai filmati video e ad esperienze raccontate da alcuni dei presenti, intorno a mezzogiorno si è tenuto il consueto battesimo in acqua dei nuovi fedeli. A questo congresso sono stati 41 i battezzati, 22 donne e 19 uomini, che hanno deciso di simboleggiare così la loro scelta di diventare Testimoni di Geova: i più giovani sono due undicenni di Acilia e Ladispoli, la più grande una donna di settant’anni di Pomezia; tra i battezzati anche due ragazze di Nettuno. Domani l’ultimo giorno di congresso, con il programma che inizierà alle 9,20 per concludersi alle 15,30. Per ulteriori informazioni sulle attività dei Testimoni di Geova si può consultare il loro sito ufficiale, jw.org. Nel Lazio i testimoni di Geova sono circa 22.500, in Italia 255 mila, nel mondo quasi 8 milioni e mezzo in oltre 110 mila congregazioni.