Home Cronaca Emergenza rifiuti: le proposte di Città Insieme all’assessore Placidi

Emergenza rifiuti: le proposte di Città Insieme all’assessore Placidi

1361
0

Si è svolto ieri l’incontro tra l’associazione Città Insieme e l’assessore all’Ambiente di Anzio, Patrizio Placidi, riguardo alla tematica dei rifiuti. L’emergenza è sotto gli occhi di tutti e pertanto l’associazione ha proposto all’assessorato ambientale una serie di correttivi che potrebbero almeno migliorare la questione.
Nel confronto di ieri, durato circa due ore, sono state avanzate alcune proposte.
La prima è l’installazione di gruppi di 12-15 cassonetti differenziati, almeno un gruppo in ogni quartiere, accessibili per tutto l’arco della giornata.  Il loro svuotamento va fatto con gli stessi turni del porta a porta per scongiurare ogni eventualità di trabocco.  Il costo dell’intervento è nullo in quanto equivale a raccogliere i rifiuti di alcuni grossi condomini.
Un secondo intervento punta ad integrare il porta a porta con la raccolta settimanale di due sacchi di potature e con lo spostamento dal giovedì al lunedì della raccolta del misto.
Il terzo intervento mira a rendere effettivo un servizio di spazzamento in ogni strada, con una frequenza che va calibrata sulle necessità oggettive della singola strada. Sempre secondo Città Insieme,sarebbe poi necessario installare capillarmente le centinaia di cestini gettacarta e inserirne lo svuotamento fra le mansioni dell’operatore che accompagna la spazzatrice meccanica.

“Su tali provvedimenti l’assessore,  pur esprimendo riserve sulla loro attuabilità,  ha preso però l’impegno a farsi carico di riportarli al più presto al massimo livello amministrativo comunale che, solo, potrebbe autorizzarne la messa in opera come intervento per fronteggiare una obiettiva emergenza – dichiara Claudio Tondi, di Città Insieme – Abbiamo insomma colto una disponibilità di cui va dato atto, la stessa dimostrata dalla tempestività con cui l’incontro ci è stato accordato. Ora però i tempi stringono e da parte nostra seguiremo attentamente gli sviluppi che riporteremo puntualmente. A margine della riunione – prosegue – l’assessore ci ha anticipato un provvedimento che andrà in vigore entro pochi giorni e che ci pare oggettivamente positivo: due volte a settimana stazioneranno nei vari quartieri cassoni scarrabili a cui si potrà liberamente conferire ogni tipo di rifiuto ingombrante; al cassone si affianca un furgoncino di servizio che va a prelevare gli oggetti più pesanti direttamente al domicilio di chi lo richiede”.