Home In evidenza Anzio, chi ha paura del ritorno in comune di Angela Santaniello?

Anzio, chi ha paura del ritorno in comune di Angela Santaniello?

2295
0

Domani rientrerà al comune di Anzio la dirigente Angela Santaniello. Nell’amministrazione c’è tensione. 

Reintegrata dalla segretaria generale la scorsa settimana dopo l’assoluzione con formula piena nel processo di appello sulla gestione degli appalti dei servizi sociali del Comune di Anzio, la dirigente Angela Santaniello aspetta ancora che il sindaco Luciano Bruschini firmi il decreto con l’assegnazione dell’Area che dovrebbe andare a ricoprire.
Venerdì scorso, vista la tensione che si respirava a Villa Sarsina proprio in relazione al suo reintegro, sì e’ presa due giorni di ferie – rientrerà domani – per consentire al sindaco di decidere “con la massima serenità”. Ma non è facile. Logica vorrebbe che alla Santaniello fosse assegnata l’Area servizi alla persona che ricopriva prima della sospensione. Ma questa ipotesi non è ben vista all’interno della maggioranza, in particolare da parte di Forza Italia e dai consiglieri di “Noi con il cuore”. Tanto è vero che proprio in queste ore c’è il tentativo di una parte della politica e anche del personale di spingere il sindaco ad assegnarle le deleghe dell’Area amministrativa che oggi sono ricoperte ad interim dalla segretaria comunale: si tratta della segreteria del sindaco, ufficio personale, ufficio legale, rappresentanza nel consiglio di amministrazione di Capo d’Anzio, Centro di formazione professionale.
Insomma in tanti temono il suo ritorno all’Area risorse umane che raccoglie, ricordiamo, pubblica istruzione, servizi sociali, cultura, turismo e ufficio contratti che proprio ieri il dirigente dell’area tecnica a Franco Pusceddu – dopo il decreto del sindaco che scorporava la competenza – si è affrettato ad assegnare al funzionario Aurelio Droghini. E’ curioso – ma forse non lo e’ visto i movimenti concitati questi ultimi giorni…- il fatto che a cinque mesi dalla pensione Franco Pusceddu continui a detenere sia la responsabilita’ dell’Area tecnica che la responsabilità dell’Area servizi alla persona che, per logica e anche per il giusto riconoscimento visto l’epilogo del processo di appello che di fatto ha assolto anche il Comune, dovrebbe tornare alla Santaniello.
La palla dovrebbe essere tra i piedi del sindaco Bruschini, ma l’impressione è che in queste ore al sindaco stiano facendo il torello. Chi ha paura del ritorno di Angelo Santaniello il Comune di Anzio?