Home Cronaca Nettuno Nettuno, denunciati i due pregiudicati che hanno minacciato con un fucile il...

Nettuno, denunciati i due pregiudicati che hanno minacciato con un fucile il titolare del bar di Santa Barbara

4377
0

Sono stati denunciati per detenzione abusiva di arma da sparo, minacce e danneggiamento aggravato in concorso i due pregiudicati di 46 e 33 anni che questa mattina, poco prima delle sette, hanno minacciato il titolare del bar di Largo Santa Barbara a Nettuno con un fucile da caccia, legalmente detenuto, di proprietà del padre del più giovane dei due. Un vero rompicapo per gli agenti del commissariato di polizia di Anzio coordinati dalla dirigente Adele Picariello che sono in riusciti, attraverso numerose testimonianze, a ricostruire la storia.

Una storia che inizia venerdì scorso quando il titolare del bar subisce il furto dell’incasso di una delle slot-machine che viene forzata da due uomini che agiscono con il volto coperto da passamontagna. Rivedendo la registrazione delle telecamere di controllo il titolare del bar ha il sospetto che a compiere il furto possano essere i due uomini che, peraltro, sono abituali frequentatori del locale. Non fa alcuna denuncia, ma confessa i suoi sospetti ad alcuni conoscenti. La voce inizia a circolare nella zona e arriva ai due pregiudicati. Che a quel punto decidono di vendicarsi. Alle 3:30 dell’altra notte si presentano armati di fucile sotto casa dell’abitazione della compagna del titolare del bar, che è a poche decine di metri. Urlano e chiedono all’uomo di scendere, ma in quel momento non è in casa. Quindi esplodono una rosa di pallini sul portone di casa della donna e si allontanano. Ma non demordono: intorno alle 6:30 tornano nuovamente sotto casa della compagna del titolare del bar e lanciano ancora urla e minacce. Si allontanano di nuovo e si spostano in Largo Santa Barbara proprio davanti al bar. Lì aspettano che il titolare arrivi. Intorno alle sette, quando l’uomo alza la saracinesca del locale si infilano nel bar, il più giovane imbraccia il fucile. Sono momenti di tensione: il gestore si chiude nel bagno mentre alcuni clienti riescono ad allontanare i due pregiudicati. La situazione è molto critica anche perché a quell’ora cominciano ad arrivare gli studenti che frequentano istituto tecnico Trafelli. Viene chiamata la polizia che interviene con tre volanti sul posto, ricostruisce la storia identifica i due uomini che vengono denunciati e recupera il fucile da caccia che sarà oggetto di una perizia balistica.⁠⁠⁠⁠