CONDIVIDI

Alcuni genitori hanno riportato a casa i propri figli, tuttavia per il momento la scuola non è stata ancora ufficialmente chiusa

Rientro a scuola congelato per i piccoli alunni dell’istituto Gianni Rodari di Anzio. Questa mattina, infatti, nonostante i controlli eseguiti durante l’intera giornata di ieri, l’impianto di riscaldamento del plesso scolastico di Lavinio ha smesso di funzionare. Immediata la reazione di gran parte dei genitori che hanno deciso di riportare a casa i propri figli. Per il momento la scuola, appartenente all’Istituto Comprensivo Anzio III, non è ancora stata chiusa ufficialmente e dunque alcuni alunni sono ancora all’interno delle aule, prive di riscaldamento. “Stiamo cercando di capire l’entità del guasto con i tecnici – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Laura Nolfile scuole del territorio sono state controllate sia ieri mattina, che ieri sera, tuttavia stamattina durante il nuovo controllo all’impianto di riscadamento è emerso un guasto“. In attesa di sapere nelle prossime ore l’entità del problema e se la scuola verrà chiusa e per quanto, stamattina anche nel plesso Miglioramento si sono verificati problemi con il riscaldamento. In questo caso è andata in blocco la caldaia, ma in poco tempo la situazione è stata risolta e i riscaldamenti sono tornati a funzionare.

Nota positiva di questa freddo rientro sui banchi di scuola la riapertura del plesso scolastico Angelita, al quartiere Sacida. Dopo i problemi riscontrati prima delle festività natalizia e la chiusura anticipata dell’istituto, questa mattina le lezioni sono riprese regolarmente.

 

1 COMMENTO