Home In evidenza Anzio, pensionati da riassumere e pensionati da licenziare

Anzio, pensionati da riassumere e pensionati da licenziare

1175
0
pescatore salvato

Ci sono due ex dipendenti comunali, Franco Pusceddu e Bartolomeo SChioppa. Uno, il primo, fa ricorso per rientrare perché l’Inps ha sbagliato i conteggi e chiede al Comune di reintegrarlo; l’altro viene licenziato due giorni prima della pensione ma la notifica gli arriva quando è già a riposo lavorativo. E’ questa la sostanza dell’ultimo intervento firmato, ad Anzio, dal segretario del Psdi locale Paride Tulli: “Franco Pusceddu fa ricorso contro se stesso, finalmente come ogni cittadino normale l’ex direttore generale ha fatto causa contro il comune per aver sbagliato i conteggi della sua pensione invocando l’art.700 per la riammissione in servizio. Il sindaco Bruschini, dopo la sollevazione di mezza maggioranza contraria al suo reintegro, ha tolto le tende prendendosi una bella vacanza, anche perché la responsabilità dell’errore è proprio di quell’ufficio personale guidato da Pusceddu per tanti anni. L’Inps – scrive Tulli in una nota stampa – non ha fatto altro che rilevare il buco di otto mesi nel controllo dei conteggi come del resto è accaduto per altri dipendenti prima di Pusceddu alfiere dell’efficienza e dell’infallibilità dei suoi uffici (sic). Se da un lato c’è un pensionato da riassumere (forse), c’è un altro che è stato licenziato. Succede sempre ad Anzio, la segretaria comunale Marina Inches ha ritenuto opportuno licenziare l’ex comandante dei vigili Schioppa al termine di una lunga istruttoria della commissione disciplina. Peccato che la notifica del provvedimento gli sia stata comunicata i primi di novembre quando lui era già in pensione dal primo del mese. Unico caso in Italia di licenziamento di un pensionato”.