Alba Tontini

Nettuno ha dichiarato due giorni di lutto cittadino per la morte dei suoi cinque concittadini nel terremoto che ha colpito Amatrice, oggi pomeriggio alle 15 la città darà l’estremo saluto ad Ezio Tulli e i suoi due bambini al Santuario di “Nostra Signora delle Grazie”, mentre i commercianti di via Romana hanno annullato la prevista Notte Bianca. Pomezia ieri si è fermata – e ha fermato tutti gli eventi ludici – in occasione dei funerali dei suoi concittadini morti tra le macerie del terremoto.

Ad Anzio, invece, la sensibilità davanti al dolore non esiste: come se niente fosse accaduto il Comune ha infatti consentito che ieri sera si svolgesse la cocomerata in piazza Pia con musica, balli e palloncini. Eppure la città avrebbe i suoi buoni motivi per fermarsi considerato che tra le vittime figura la concittadina Alba Tontini, donna conosciuta e stimata, che risulta ancora dispersa sotto le macerie dell’Albergo Roma. “Una mancanza di sensibilità sconcertante – accusa Paride Tulli segretario cittadino del Psdi – che dimostra l’aridità e la totale inadeguatezza di questa amministrazione comunale. Il Comune chieda scusa alla famiglia Tontini e abbia il buon senso di annullare gli spettacoli di questo fine settimana per rispetto delle vittime del terremoto”.