Dopo un lungo servizio di osservazione e pedinamento, i Carabinieri di Anzio hanno arrestato un marocchino di 43 anni, regolare sul territorio e residente in Puglia, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
L’uomo, che svolgeva l’attività di venditore ambulante, era noto sul territorio di Anzio, dove veniva a vendere i propri articoli. Da qui sono partite ulteriori indagini da parte dei militari che, successivamente, lo hanno identificato anche come possibile corriere di droga. Una volta individuata la sua auto, i Carabinieri hanno iniziato il pedinamento e lo hanno seguito fino a Roma, zona Giardinetti, dove è poi scattato l’arresto. Qui, infatti, fermata l’auto, sono partiti i controlli che hanno portato alla scoperta di 170 panetti di hashish, per un complessivo di 17 kg. Al momento sono in corso analisi per capire il valore di mercato di questa merce. Particolarità del caso, i panetti recano il nome di alcune importanti griffe, come Prada. Si tratta di un fenomeno che, come spiega il comandante Tufano, capita spesso. Anche per capire il significato delle griffe sono in corso ulteriori approfondimenti.
Al momento il cittadino marocchino, dopo l’udienza di convalida, si trova agli arresti domiciliari.2016_08_01 ANZIO - Particolare dei panetti di hashish sequestrati dai Carabinieri