CONDIVIDI

Si è conclusa ieri la campagna “Spiagge e Fondali Puliti” di Legambiente. Raccolti oltre 20 quintali di rifiuti, soprattutto di plastica su tutto il litorale, tra cui la spiaggia sottostante la Villa di Nerone ad Anzio.

Si è conclusa ieri, con ottimi risultati, la campagna “Spiagge e fondali puliti“, organizzata da Legambiente per ripulire le spiagge del litorale laziale. L’azione dei numerosi volonatari di Legambiente ha riguardato Capocotta, Terracina, Latina, Sabaudia, Ostia e Anzio. Nella città anziate, ieri,  i volontari del Circolo Legambiente Le Rondini di Anzio e Nettuno hanno raccolto i rifiuti presenti sulla spiaggia antistante la Villa di Nerone. “Da oggi le spiagge del Lazio sono più belle e pulite prima dell’arrivo della stagione quando le persone torneranno al mare. Ora c’è bisogno di continuare le azioni di pulizia e mantenere i tratti già ripuliti – dichiara Roberto Scacchi, Presidente di Legambiente Lazio – Le amministrazioni locali hanno ora il compito di manutenere al meglio la spiaggia ma anche gli ecosistemi dunali che vanno preservati per la loro bellezza e per la funzione fondamentale che ricoprono nella salvaguardia ecosistemica.” Durante tutta la campagna il rifiuto maggiormente raccolto dai volontari è stata la plastica. Secondo i dati di Legambiente sono stati raccolti oltre venti quintali di rifiuti.