Con l’ufficializzazione della candidatura di Daniele Libernini sostenuto dalla lista “Io sono Nettuno”, salgano a undici i candidati a sindaco di Nettuno alle prossime elezioni amministrative. Nato a Nettuno 38 anni fa, sposato e padre di una bimba di 6 anni, dipendente presso uno studio notarile, Libernini ha rotto gli indugi e si è candidato sostenuto dall’associazione  che lui stesso ha fondato insieme ad altri amici. “L’associazione “Io sono Nettuno” che sostiene la mia candidatura – spiega in un comunicato – è formata da persone diverse per preparazione, provenienza e riferimenti ideali, unite comunque da valori umani come giustizia, solidarietà e rispetto per l’ambiente ed  una lista civica operante nel comune di Nettuno, promossa da un gruppo di cittadini ed aperta a tutti i cittadini”.

“Questa lista civica – continua Libernini – si presenta alle elezioni amministrative mirando a una politica intesa come priorità del bene comune sull’interesse individuale e di parte; come servizio e capacità di progettare il futuro. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un decadimento del rapporto tra i cittadini ed amministrazione allontanando i primi, sempre di più dall’amore verso la res-pubblica (direbbero i padri latini) ossia verso la cosa pubblica, favorendo personalismi e clientele; noi vorremmo con il nostro impegno riportare il cittadino a sentire il “Palazzo” come la casa comune  e ci impegneremo affinché l’amministrazione tutta siano al servizio dei cittadini e non viceversa”.

La prossima settimana sul Granchio l’intervista con Daniele Libernini.