Le celebrazioni, svoltesi questa mattina, in occasione del 72° anniversario dello Sbarco degli alleati sono state dedicate a Valeria Solesin

Si sono svolte questa mattina ad Anzio le celebrazioni ufficiali per il 72° anniversario dello Sbarco degli alleati americani sulle coste del nostro territorio durante il secondo conflitto mondiale. Quest’anno il Comune di Anzio ha scelto di non ricorrere a rievocazioni belliche e di dedicare il ricordo dello Sbarco alla giovane Valeria Solesin, unica vittima italiana degli attentati terroristici che hanno colpito Parigi la sera del 13 Novembre.

Le Celebrazioni del 72° Anniversario dello Sbarco di Anzio – ha dichiarato il Sindaco Luciano Bruschini durante la cerimonia commemorativa – abbiamo voluto fortemente dedicarle al significato autentico della Pace ed a tutte le vittime innocenti della follia umana; tra loro la studentessa, Valeria Solesin. Una ragazza, una figlia, come tanti di voi che oggi siete con noi,  che ha avuto la “colpa” di trascorrere una serata in un teatro di Parigi; è una delle innumerevoli vittime di una guerra permanente e strisciante che deve cessare. La Città di Anzio celebra lo Sbarco Alleato come evento di Pace. A tal proposito ci devono far riflettere le parole della mamma di Valeria che ha trovato la forza di scriverci per ringraziarci e per “Associarsi al nostro messaggio di pace e di rifiuto di ogni forma di violenza”. La Famiglia Solesin ci scrive “di essere onorata e commossa per la dedica a Valeria di queste celebrazioni”, ma commossi ed emozionati siamo noi nel vedere il volto sorridente di Valeria al Monumento ai Caduti dove si respira la storia della nostra Città e dove sono scolpiti i nomi dei cittadini di Anzio, che hanno perso la vita durante lo Sbarco e nelle due guerre.” 

Durante la mattinata il Sindaco di Anzio insieme al Sub Commissario Prefettizio di Nettuno, Roberto Leone, hanno ricordato i caduti in guerra presso i Cimiteri del Commonwealth, al Porto di Anzio, al Cimitero Americano di Nettuno ed in Piazza Garibaldi ad Anzio.