Home In evidenza Anzio, operazione ‘centrodestra unito’. Tutti allineati, ma tirerà aria di rinnovamento?

Anzio, operazione ‘centrodestra unito’. Tutti allineati, ma tirerà aria di rinnovamento?

1933
0
SHARE

Continua a dominare l’agitazione a Villa Sarsina a seguito delle dichiarazioni del sindaco Luciano Bruschini sul futuro politico di Anzio e sul prossimo candidato del centrodestra allo scranno più alto. Un concetto che sembra essere stato condiviso anche da gran parte dei consiglieri comunali di maggioranza: Candido De Angelis è l’unico che può riunire la colazione di centrodestra e provare a vincere le elezioni contro il movimento 5 Stelle che ha già espugnato Nettuno. E così dopo un primo momento di panico, anche gli assessori sembrano essersi allineati sebbene continuino a chiedere ‘rassicurazioni’ sulla poltrona anche nel dopo-Bruschini. Tra il via vai di consiglieri e amministratori, ieri il primo cittadino ha rinnovato la sua fiducia agli Assessori (Leggi la notizia). Mentre proprio l’ex senatore ha parlato di uno “schieramento e di una classe politica che deve essere innanzitutto credibile“. Di un gruppo di giovani che lo avevano appoggiato nel 2013 e che lo appoggeranno anche nel 2018. Non sarà facile trovare la quadra e ottenere quei 18.000 voti (9.502 per Bruschini solo 414 in meno per De Angelis), oltretutto al primo turno. Da più di un anno proprio De Angelis e il suo gruppo continuano a parlare di “necessità di rinnovamento”  e più volte, in consiglio, hanno chiesto rimpasto e azzeramento di Giunta. Ma siccome le elezioni si vincono con i numeri, staremo a vedere.

Intanto anche Forza Italia si è allineata: “Riteniamo che quanto dichiarato dal sindaco Bruschini, peraltro Coordinatore del nostro partito e persona di grande esperienza politica che gode del nostro supporto e stima, non rappresenti alcun pericolo – ha reso noto il capogruppo consiliare Massimo Millaci – né possa in qualche modo condizionare eventuali decisioni future, che dovranno essere condivise da tutte le forze politiche del centro-destra locale senza alcuna intercessione tantomeno pressione da Roma. Allo stesso tempo ci spiace constatare che i luoghi deputati al confronto siano le pagine della stampa locale, e non un confronto fattivo, di idee, proposte concrete e di buonsenso, soprattutto in un momento politico nazionale così delicato dove è importante aggregare e non dividere; la vicina Nettuno insegna“.

 

L’approfondimento su Il Granchio in uscita sabato 29 gennaio.