Home Cronaca Troppi debiti: aperta la liquidazione giudiziale per la Capo D’Anzio

Troppi debiti: aperta la liquidazione giudiziale per la Capo D’Anzio

39
0

Il Tribunale di Velletri con una sentenza ha ufficialmente aperto l’apertura della liquidazione giudiziale per la Capo D’Anzio.

La richiesta di procedura era arrivata dalla Marinedi e i giudici Francesca Aratri e Antonino Pasquale La Malfa hanno dichiarato ufficialmente il provvedimento a carico della società che gestisce il bacino portuale di Anzio.

Al centro della decisione gli ingenti debiti nei confronti di Regione Lazio e Comune di Anzio, per oltre 2,2 milioni di euro e l’impossibilità “di conseguire quei ricavi prospettati in sede di sviluppo della Società“, con “i soli ricavi della gestione del porto turistico che non consentivano (e non consentono) di pagare con regolarità i propri fornitori, in particolar modo la concessione demaniale, e di fare investimenti anche minimali“, aggiungendo poi che “ogni tipologia di costo di natura straordinaria non consente, allo stato, di essere sopportato finanziariamente dalla Società“.

Ora il legale rappresentante ha tre giorni di tempo per depositare bilanci e scritture contabili, mentre i creditori ne avranno trenta per presentare le proprie domande per far valere i propri diritti. L’appuntamento con il giudice delegato per procedere all’esame dello stato passivo è fissato al prossimo 29 ottobre.