Home Cronaca Bonus scuola erogato della Regione Lazio. Ecco come funziona.

Bonus scuola erogato della Regione Lazio. Ecco come funziona.

241
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

La regione Lazio ha erogato il bonus scuola a favore degli studenti. Questa è la nota dell’ex consigliere comunale di Nettuno Roberto Alicandri che è anche titolare di un Caf.

Questa misura prevede l’erogazione di un contributo economico una tantum destinato a genitori di figli in età scolare che frequentano la scuola secondaria di I grado e la scuola secondaria di II grado, statale e privata paritaria.
Il valore del contributo per singolo figlio è di 150 euro per la scuola secondaria I grado e di 200 euro per la scuola secondaria II grado.
Questo contributo è cumulabile con i contributi erogati dai Comuni.
Destinatari di questo bonus sono i genitori di figli regolarmente iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 presso una scuola secondaria di primo grado o secondo grado che risultano in possesso dei seguenti requisiti:
– essere cittadino italiano, di uno Stato membro dell’Unione Europea o comunque in possesso di regolare permesso di soggiorno;
– essere residente nella Regione Lazio;
– essere titolare o cointestatario di un conto corrente bancario o postale o di una carta
prepagata collegata ad un codice IBAN IT;
– possedere un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non
superiore a 30mila.
Nel caso di più figli aventi i requisiti di accesso, il genitore richiedente potrà presentare domanda per ciascuno di essi.
La domanda di contributo si potrà fare esclusivamente on-line su
http://buonoscuola.efamilysg.it
La procedura di presentazione della domanda prevede:
– registrazione del richiedente;
– accesso all’apposita sezione;
– compilazione della domanda;
– download della domanda precompilata;
– caricamento della domanda, firmata e scansionata in formato pdf;
– caricamento della documentazione da allegare, ovvero il documento d’identità in corso di validità in formato PDF del genitore e dello studente, un documento comprovante l’iscrizione dello studente e l’attestazione ISEE del nucleo familiare in corso di validità.
– invio della domanda.
A fronte delle richieste ammesse verrà liquidato il contributo una tantum sottoforma di “buono” virtuale caricato sulla tessera sanitaria del richiedente ammesso, che potrà
utilizzarlo senza alcun vincolo rispetto alla tipologia dei beni acquistati.
L’elenco degli esercenti presso i quali è possibile utilizzare i contributi ammessi è disponibile sul sito www.efamilysg.it, in costante aggiornamento.