Home Cronaca Lesioni, estorsioni e minacce agli anziani genitori: arrestato 54enne

Lesioni, estorsioni e minacce agli anziani genitori: arrestato 54enne

234
0

Arrestato a Nettuno un uomo di 54 anni, gravemente indiziato dei reati di atti persecutori, lesioni aggravate, tentata estorsione e minacce aggravate nei confronti degli anziani genitori e di altri componenti della famiglia.

I fatti risalgono allo scorso 3 giugno, quando i Carabinieri sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo dove i vicini, preoccupati dalle urla con richieste di aiuto, hanno allertato il 112 segnalando una violenta lite in corso. I militari intervenuti, dopo aver placato gli animi, hanno eseguito un approfondito controllo ed hanno rinvenuto diverse piante di marijuana, motivo per il quale il 54enne era già finito agli arresti domiciliari in una casa adiacente a quella dei genitori.

Il successivo 6 giugno l’anziano padre si è presentato in caserma ed ha chiesto aiuto ai Carabinieri denunciando continue aggressioni e vessazioni messe in atto dal figlio contro di lui e contro tutti i suoi familiari.

Nel corso di un lungo colloquio, i militari hanno appreso che il figlio, in svariate occasioni, spesso in preda ai fumi dell’alcool e sotto l’effetto di sostante stupefacenti, aveva aggredito e picchiato i suoi familiari spesso pretendendo somme di denaro da utilizzare per acquistare droga.

I carabinieri hanno quindi indagato raccogliendo gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo, in particolare per aver ripetutamente minacciato e molestato i suoi familiari provocando un grave e perdurante stato di ansia e di paura all’anziano padre e timore per l’incolumità propria e dei suoi congiunti. Sono stati quindi raccolti gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo per il quale il Tribunale di Velletri ha emesso un’ordinanza di custodia in carcere.

Nella giornata di ieri, quindi, i Carabinieri della Stazione di Nettuno hanno prelevato il 54enne e lo hanno condotto nel carcere di Velletri, per poi essere posto ai domiciliari in attesa del rito per direttissima.