Home In evidenza Anzio, ancora polemica nella minoranza sulla convocazione del consiglio comunale

Anzio, ancora polemica nella minoranza sulla convocazione del consiglio comunale

230
0

Non si placa la polemica all’interno della minoranza ad Anzio sulla convocazione del consiglio comunale per fare la sfiducia al sindaco De Angelis. I consiglieri del Movimento 5 Stelle Rita Pollastrini, Alessio Guain e l’indipendente Maria Teresa Russo rispondono infatti all’intervento del segretario del PD Luigi Visalli, che aveva criticato la loro mozione finalizzata a chiedere la sfiducia al sindaco e che richiede dieci firme per essere portata in consiglio comunale.

Non siamo mai stati contrari a richiedere un consiglio comunale straordinario – hanno scritto in un comunicato – cosa di cui avevamo ampiamente discusso tra consiglieri di opposizione, e avevamo posto l’unica condizione di richiederlo non appena avuta l’ufficialità dell’insediamento della commissione di accesso al comune.

Nel frattempo però il PD aveva già protocollato frettolosamente la richiesta di Consiglio Straordinario, privandoci di fatto della possibilità di firmarlo, un atto che viene protocollato non può più essere modificato.

Nel frattempo – hanno continuato – abbiamo lavorato a una mozione di sfiducia, unico atto efficace da discutere in consiglio.

Ora, ritenendo questi battibecchi sui giornali deleteri a un’opposizione costruttiva, nell’interesse comune e per serietà, invitiamo il Partito Democratico – hanno concluso i consiglieri – e gli altri consiglieri di opposizione, a un incontro, presso la nostra sede del #M5S, allo scopo di produrre un atto propedeutico e condiviso di consiglio straordinario e per firmare la mozione di sfiducia“.