CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Nella prima gara del nuovo anno che chiude il girone di andata, l’Anzio allo “Stadio del Nuoto” trova davanti a se un ostico Trieste, cedendo il passo ai friulani per 9 a 13. Quella dei biancazzurri e stata una prestazione a intermittenza trovando la fase migliore nell’ultimo tempo di gioco nello speranzoso tentativo di recuperare terreno. Nelle prime due frazioni regna sostanzialmente l’equilibrio anche se i ragazzi di Tofani hanno difficoltà, in particolare nel secondo periodo, a penetrare nella bene organizzata difesa ospite. Il Trieste parte con un doppio vantaggio ad opera di Bego e Razzi, entrambi in situazione simili: prima nel tre contro due e poi nel quattro contro tre. Il terzo gol lo sigla Vrlic lasciato solo. L’Anzio riesce a chiudere il primo tempo a -1 con il gol in superiorità numerica di Grossi e la conclusione da fuori di Siani. Nella seconda parte Inaba allunga su rigore (2-4), poi accorcia Cunko (3-4). L’arbitro Pinato concede un discutibile rigore al Trieste trasformato da Mladossich (3-5). Nel terzo tempo gli ospiti allungano il passo a inziare da Razzi lasciato solo in avanti e a seguire le reti in superiorità numerica di Bini e Buljubasic (3-8). Segue il gol anziate di Casasola partito in anticipo nella controfuga per presentarsi solo davanti al portiere (4-8). Il triestino Bego chiude il tempo con un bel gol da posizione di centroboa nonostante la marcatura (4-9). L’ultimo atto inizia con il preciso gol sotto l’incrocio di Buljubasic e quello in controfuga di Mladossich (4-11). Un filotto di quattro gol portano a -3 gli anziati. Le marcature: Gandini dopo la respinta del portiere, Di Rocco con la conclusione al volo, Casasola protagonista di una rovesciata da cinque metri e Giorgetti rapido nel deviare il passagio di Gandini (8-11). Il Trieste però torna a farsi vedere con le controfughe di Buljubasic e Mladossich (8-13). Chiude Lapenna con la girata da posizione di centroboa (9-13). “Nonostante la sconfitta – ha detto a fine gara il tecnico anziate Roberto Tofani – ho visto una squadra che non ha mai mollato, lottando fino all’ultimo. È stata una partita a strappi dove abbiamo avuto diverse opportunità per rientrare. Ci è mancata un po’ di lucidità in alcune occasioni e nel terzo tempo in particolare, ma ottima la reazione al quarto tempo. Ci mettiamo alle spalle questo girone di andata, consapevoli di dover lavorare ancora, tenendo bene a mente il nostro obiettivo“. Il match tra Anzio e Trieste è l’unico giocato oggi e domani si giocherà solo Ortigia-Recco. Il resto delle partite sono state tutte rinviate per causa del Covid.

ANZIO WATERPOLIS – PALLANUOTO TRIESTE 9-13 (2-3, 1-2, 1-4, 5-4)

ANZIO WATERPOLIS: A. Antonini, G. Siani 1, C. Gandini 1, L. Di Rocco 1, A. Giorgetti 1, A. Grossi 1, A. Cunko 1, A. Mironov, F. Lapenna 1, A. Agostini, G. Casasola 2, N. Fratarcangeli, G. Vassallo. All. Tofani

PALLANUOTO TRIESTE: P. Oliva, D. Podgornik, R. Petronio, I. Buljubasic 3, Vrlic 1, M. Jankovic, I. Bego 2, A. Razzi 2, Y. Inaba 1, G. Bini 1, A. Mladossich 3, C. Cattarini. All. Bettini

Arbitri: Cavallini e Pinato

Note: Usciti per limite di falli: Petronio (T) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Anzio 2/9, Trieste 1/7 + 2 rigori.

Classifica

AN BRESCIA 30

PRO RECCO 30

PALLANUOTO TRIESTE 29

RN SAVONA 27

TELIMAR 25

CC ORTIGIA 25

RN SALERNO 15

ANZIO WATERPOLIS 11

CN POSILLIPO 10

IREN GENOVA QUINTO 9

WP MILANO METANOPOLI 9

ROMA NUOTO 7

ADR NUOTO CATANIA 7

SS LAZIO NUOTO 1