CONDIVIDI
(PhotoBass)

All’indomani della promozione in serie A1 del Nettuno 1945, arriva l’annuncio del Nettuno Baseball City per formare un unico Nettuno a partire dalla stagione 2021. Ricordiamo che quest’anno i due club avevano formato una “sinergia” per dare manforte alla squadra del manager Guglielmo Trinci. Di seguito le dichiarazioni del presidente Mario Atturo:

In qualità di presidente del Nettuno Baseball City esprimo la mia più grande soddisfazione per la vittoria del campionato di Serie A2 da parte del Nettuno Baseball 1945. Complimenti di cuore alla squadra, allo staff tecnico e alla dirigenza tutta che, mi preme ricordare, dallo scorso luglio, in virtù del progetto di riunificazione del baseball nettunese, è composta al 50% da dirigenti indicati dal Nettuno Baseball City. Un risultato sportivo straordinario, sia per l’obiettivo raggiunto che per la maniera dominante in cui è stato conquistato. Un successo per la città, per i nettunesi e per il baseball in generale frutto di un lavoro in sinergia tra la nostra società e quella del Nettuno Baseball 1945 nato da un accordo siglato questa estate che ha dato il suo primo frutto. Oggi, in occasione di questa importantissima vittoria, comunico e sottolineo come per noi debba esistere una sola rappresentante del baseball nettunese a livello seniores nazionale. Tutte le risorse umane ed economiche devono lavorare insieme per far tornare grande il Nettuno in Italia e in Europa. Nel rispetto degli accordi presi con il Nettuno Baseball 1945, annuncio sin d’ora che il Nettuno Baseball City rinuncerà a partecipare al prossimo campionato di Serie A1, per far sì che tutte le forze siano convogliate per sostenere una sola ed unica squadra che rappresenti Nettuno nel massimo campionato italiano di baseball nella stagione 2021. Forza Nettuno #UnitedWeStand “.

Sempre nella giornata di oggi sono arrivate anche le prime dichiarazioni sulla vittoria del campionato da parte del presidente del Nettuno 1945 Fabio Bonifazi:

Il Gigante ha aperto un occhio, e ha visto la prima vetta, quella dell’A1. Sino a ieri, infatti, Nettuno era un gigante dormiente, da ora non lo è più. Abbiamo realizzato il nostro obiettivo principale, tornare nella massima categoria, in quello scenario che da sempre per tradizione e valori, rappresenta il nostro habitat naturale. Lo abbiamo ottenuto con il lavoro e la voglia di tutti, ma soprattutto con il sostegno dei nostri tifosi e di tutta la città, una comunità che ieri avremmo voluto idealmente stringere in un lungo abbraccio fra lacrime di gioia e sorrisi. Ora si torna fra le grandi, lo faremo con lo stesso spirito che ci ha permesso di dominare questa stagione di A2, con l’umiltà di chi sa di dover lottare ma anche con la consapevolezza di essere una squadra che può misurarsi con chiunque senza timore alcuno. Speriamo di tornare presto a farlo alla presenza del nostro popolo, perché ora più che mai ci sarà bisogno del supporto della nostra città. Volevo ringraziare i ragazzi, lo staff tecnico, la dirigenza e tutti i collaboratori perché ognuno di loro ha messo la sua firma su questo successo. Abbiamo dimostrato che uniti si può vincere, insieme si può tornare a sognare, ed un grazie anche a chi, nel proprio ruolo istituzionale, ha lavorato per far sì che Nettuno tornasse ad essere una, unica e sola. Da domani si inizierà a lavorare per la prossima stagione, per rinforzare la squadra e trattenere con noi i protagonisti di questa meravigliosa cavalcata, per essere competitivi ai massimi livelli ed andare a sfidare i migliori. Nelle prossime settimane delineeremo i programmi ma sin da ora una cosa è certa: vogliamo rientrare da protagonisti, per essere, appunto, un gigante in mezzo ad altri giganti.
E chissà che non si possa sognare che nel momento nel quale il Gigante aprirà il secondo occhio, possa vedere la luce di un’altra stella. Forza Nettuno”.