Home Cronaca Anzio, i balneari del CNA ‘Il Faro’ in prima linea per il...

Anzio, i balneari del CNA ‘Il Faro’ in prima linea per il ‘Riuniti’: donati 3.000 euro alla raccolta della Bcc

409
0

Ancora solidarietà tra Anzio e Nettuno in piena emergenza Coronavirus. L’ultimo gesto concreto, nonostante le mille difficoltà del momento e i dubbi per il proprio futuro, arriva oggi dal CNA Il Faro, al quale aderiscono diciassette balneari di Lavinio e Anzio che hanno donato 3.000 euro alla Banca di Credito Cooperativo da destinare all’acquisto di apparecchiature fondamentali e materiale sanitario a favore degli ospedali ‘Riuniti‘.

Il bonifico, spiegano dal sindacato dei balneari, è stato eseguito questa mattina, la causale come richiesto dalla Bcc è ‘emergenza Coronavirus‘.

Avremmo preferito fare molto di più – spiega Maurizio Criscuolo, presidente del Faro – ma in questo momento di enorme difficoltà economica, di profonda preoccupazione per la salute ed il futuro della nostra città e di assoluta preoccupazione per la mancanza di certezza per il futuro delle nostre attività balneari, siamo riusciti a raccogliere 3.000 euro tra i gestori dei nostri iscritti, diciassette tra Lavinio e Anzio. L’auspicio è che il nostro esempio, che si aggiunge a quello di altri privati e associazioni che si stanno adoperando per aiutare la nostra struttura a far fronte all’emergenza Covid-19, sia d’esempio per tanti altri“.

Ricordiamo i dati per la raccolta fondi per l’ospedale di Anzio:

Il​ codice Iban​ da utilizzare per i versamenti:

IT96 B086 9339 3000 0000 0301 000

Intestato a​ Banca di Credito Cooperativo di Nettuno S.C.

Causale:​ Emergenza Coronavirus