Home Cronaca Nettuno “Il Masin e il Borghese sono dell’Agraria”. La minoranza: bloccare le convenzioni

“Il Masin e il Borghese sono dell’Agraria”. La minoranza: bloccare le convenzioni

2399
0

I terreni sui quali sorgono lo stadio di calcio “Celestino Masin” e quello di baseball “Steno Borghese”, sarebbero ancora dell‘Università Agraria. L’ente che a metà degli anni 50 vendette al Comune di Nettuno il vasto terreno di via Scipione Borghese sul quale, in seguito, il Comune stesso realizzerà i due impianti, che, invece, sarebbero di proprietà dell’Agraria.

La clamorosa novità è riportata in un’interrogazione al sindaco e al presidente del consiglio comunale dei consiglieri dell’opposizione di centrodestra Claudio Dell’Uomo, Fabrizio Tomei, Lorenza Alessandrini e Genesio D’Angeli che nell’interrogazione chiedono: “Come fa questa amministrazione ad attribuirsi il titolo di stipulare tali convenzioni con società sportive di baseball, ad indire il bando per la gestione del bar e della cartellonistica pubblicitaria senza che abbia il titolo di proprietà dell’impianto, dato che sia lo Steno Borghese che il Celestino Masin risultano allo stato attuale proprietà di un altro ente l’Università Agraria – continua l’interrogazione – e per tanto chiediamo a codesta amministrazione che fino a quando non verrà definito il titolo di proprietà venga concesso l’uso gratuito della prima società che dispone il massimo campionato nazionale”.
Sulla vicenda il Comune di Nettuno non si sbilancia: “E’ una storia complessa e complicata – spiega il sindaco  – riferiremo nel prossimo consiglio comunale”.