CONDIVIDI

L’associazione non ha ricevuto nessuna risposta dall’amministrazione in merito alla richiesta, inviata tramite PEC il 4 agosto, per l’occupazione temporanea del suolo pubblico

Era prevista per sabato 20 agosto a Nettuno la giornata di raccolta sangue con autoemoteca, organizzata dall’associazione Città Futura in collaborazione a Rete di Tutti (Associazione volontari donatori sangue Cto-Sant’Eugenio). Tuttavia a causa di una mancata risposta da parte del Comune di Nettuno, gli organizzatori sono stati costretti ad annullare la giornata di raccolta sangue.  Lo scorso 4 agosto, infatti, Città Futura ha presentato richiesta alla nuova amministrazione, tramite PEC,  per ottenere l’autorizzazione all’occupazione temporanea di suolo pubblico per sosta dell’automezzo speciale e del gazebo 3×3 di servizio. Non avendo, ad oggi, ricevuto alcuna risposta dal Comune, né positiva né negativa, Città Futura ha annullato la giornata. “Spero si sia trattato di un disguido – ha dichiarato Giulio Verdolino Purtroppo abbiamo dovuto cancellare la giornata, nonostante avessimo già 13 adesioni. Questi donatori sono stati spostati in una struttura di Roma. Nel frattempo, poche ore fa, abbiamo ricevuto una telefonata dalla Asl di Anzio e Nettuno che ci ha concesso la possibilità di organizzare la raccolta sangue all’interno del pronto soccorso del Riuniti. Credo dunque che massimo tra una ventina di giorni riusciremo a concretizzare il nostro progetto”.