Home Cronaca Nettuno Nettuno, Massimiliano Ludovisi condannato a 16 anni

Nettuno, Massimiliano Ludovisi condannato a 16 anni

10572
0

E’ arrivata la condanna per  Massimiliano Ludovisi di Nettuno, accusato di traffico internazionale di droga, che dovrà scontare 16 anni in carcere. Arrestato nel 2011 su mandato di cattura europeo, nel corso delle operazioni svolte 5 anni fa dalla squadra mobile di Latina, gli agenti trovarono 640 kg di cocaina provenienti dalla Colombia e che sarebbero arrivati in Italia passando dalla Spagna.

Ludovisi, che risultava essere il committente dell’operazione, in quel periodo risiedeva a Tenerife dove era imputato per un altro processo. Dopo la condanna a 12 anni l’uomo è fuggito in Italia dove ha continuato nel traffico degli stupefacenti. Proprio nella sua abitazione di Nettuno gli agenti di Latina lo hanno trovato in pigiama sul terrazzo mentre cercava di scappare di nuovo. Dalle perquisizioni fatte nella sua abitazione, che divideva con i genitori, gli agenti hanno trovato nascosti dietro ai mobili o nel cesto della biancheria sporca ben 50 mila euro in contanti. Sequestrati, perchè ritenuti provenienti dalla spaccio, anche 13 macchine di lusso, 4 appartamenti, tre società, tra cui la Bimax a Nettuno, e un ristorante in Spagna. Ma i guai non finiscono qui per l’uomo. Mentre è in carcere a colloquio con i parenti la polizia scopre, grazie alle intercettazioni ambientali, 80 kg di droga che stavano per essere piazzati. Quando i poliziotti sono tornati nell’abitazione la merce non c’era più ma i cani fiutarono i nascondigli.

Arrestati, oltre ai genitori Genesio e Dulia a 6 anni e 8 mesi di reclusione, altre persone che ruotavano intorno alla famigli di Ludovisi: Massimiliano Pascucci arrestato insieme a Cesare Simeoni a Barcellona con 5 kg di droga nascosti nella macchina; Enrico Paniccia di Aprilia, nullafacente con un reddito di 700 mila euro l’anno.