Home In evidenza I surfisti di Anzio e Nettuno all’Off the Dock: “Abbiamo trovato l’onda...

I surfisti di Anzio e Nettuno all’Off the Dock: “Abbiamo trovato l’onda perfetta”

28
0

Siamo rider e siamo affamati di mare, quello che cerchiamo è l’onda perfetta“, hanno dichiarato al nostro giornale Genesio Ludovisi, Daniele Ferrari, Andrea Remiddi e Piermassimo Bellizia, gli atleti di Anzio e Nettuno che hanno partecipato all’Off the Dock: la challenge organizzata da Radical Factory che si è svolta il 10 aprile a Castiglioncello, in provincia di Livorno.

I quattro, uniti fin da piccoli dalle onde, hanno fatto le valigie e sono saliti sul furgoncino della Surf Beat School per affrontare un lungo viaggio che li ha portati in Toscana, dove hanno trovato uno spot davvero molto allettante. Il contest ha visto diversi atleti di nomina nazionale sfidare le onde, tra i quali hanno spiccato nel bodyboard il pluricampione Genesio Ludovisi, che ha dimostrato di essere in gran forma con uno stile impeccabile, e Daniele Ferrari che ha raggiunto lo stesso livello del coach. “Ho raggiunto questo risultato grazie ai consigli di Genesio – ha spiegato Daniele al nostro giornale – è stata un’esperienza fantastica e le onde sono state al di sopra delle nostre aspettative. Quando partecipi a queste iniziative riscopri il valore di questo sport, che attraverso il mare lega le persone, e non c’è nulla di meglio“. Emozionato anche Andrea Remiddi, che fin da bambino pratica bodyboard e ha avuto l’opportunità di cavalcare l’onda perfetta. “Questa iniziativa mi ha permesso di capire, ancora una volta – ha raccontato Andrea – come il mare renda liberi e che devo lavorare ancora tanto sulle mie emozioni. Le onde sono state delle buone maestre“.
L’unico ad aver gareggiato nella categoria del surf è stato Piermassimo, che si è dichiarato molto soddisfatto della sua prestazione. “Per me questa è la prima gara – ha spiegato – le onde spingevano tantissimo, sembrava di stare sull’oceano. Il livello degli atleti era altissimo, ma sono riuscito a farmi valere. Sono felice e non vedo l’ora di buttarmi nella prossima competizione“.
Adesso il gruppo aspetta di partecipare al campionato di Sardegna, la prima competizione di surf che viene organizzata in Italia dopo tanti anni, la cui data verrà svelata nei prossimi mesi. “Il team è estasiato e non vediamo l’ora di partecipare – ha spiegato il loro mentore, Genesio Ludovisi – le onde in Toscana erano incredibili e adesso non vediamo l’ora di assaporare quelle sarde“.