Giornata estiva ad Anzio con ristoranti, bar e spiagge prese d’assalto. Ma non la spiaggia libera dell’Arco Muto che da questa mattina è presidiata dagli agenti della polizia locale che bloccano l’accesso ai bagnanti. Si tratta di una delle aree del litorale di Ponente interessate dal divieto di passaggio e sosta a causa per motivi di sicurezza legati alla stabilità della falesia. Ieri la spiaggia libera era stata comunque presa dall’assalto da centinaia di bagnanti, tanto da spingere il dirigente della polizia locale Antonio Arancio ad istituire un servizio per tutta la giornata odierna. Per cui vigili urbani hanno presidiato sia Piazza Nassiriya – pure interdetta – che l’accesso alla spiaggia libera dell’Arco Muto. Che, quindi, è rimasta libera. I bagnanti che avrebbero voluto piazzare ombrelloni e teli su quella spiaggia hanno ripiegato, si fa per dire, sulla spiaggia della Riviera Mallozzi presa letteralmente d’assalto. A dispetto del divieto imposto dall’ordinanza comunale, ci sono stati invece dei bagnanti che hanno bivaccato all’interno delle grotte di Nerone nella zona dello stabilimento Lido di Nerone.