Nello scontro al vertice del girone A di Eccellenza l’Anzio viene sconfitto per 1 a 0 dal Centro Sportivo Primavera. Un match alquanto equilibrato dove il pareggio poteva essere il risultato più giusto. Ad un primo tempo tirato e con le due formazioni  abbastanza concentrate, le emozioni più nitide sono arrivate nella ripresa. La prima (15′) è sulla sponda anziate quando un’interessante schema su punizione si conclude con un’acrobatica conclusione di Giordani terminata alta a due passi dalla porta. Il gol del Centro Sportivo Primavera arriva al 31′: Loria sulla trequarti della linea di destra si impossessa della palla  ai danni di Ruggeri (tra le proteste degli anziati per un presunto fallo dell’attaccante apriliano), poi si invola sul fondo e crossa rasoterra per l’accorrente Carlino pronto ad insaccare la palla. Dopo due minuti gli apriliani restano in dieci per la doppia ammonizione a Francesco Montella. Una superiorità numerica non sfruttata dall’Anzio nonostante l’assalto alla porta ospite nel tentativo di rimettere in equilibrio il match. Con questa vittoria le distanze della capolista Anzio dall’inseguitrice Centro Sportivo Primavera sono di cinque punti. Il Civitavecchia scivola al terzo posto, sconfitto a Cerveteri, e viene raggiunto dal W3 Maccarese che ha battuto il Campus Eur. Pareggio del Nettuno in casa del Fiano Romano. Al vantaggio dei padroni di casa con Nardecchia (7′), risponde Scardola (19′). Il Falaschelavinio viene sconfitto in casa dall’Academy Ladispoli per 3 a 0. Ad andare in gol per gli ospiti sono stati Catese (36′), Aracri (67′) e Di Curzio (95′).