Home Cronaca In 400 alla marcia della legalità: un successo

In 400 alla marcia della legalità: un successo

310
0

E’ stata un successo la marcia della legalità contro le mafie per la giustizia che questo pomeriggio si è svolta tra Anzio e Nettuno. Almeno in 400, ma per difetto, tra cittadini, associazioni, partiti, sindacati, hanno partecipato alla manifestazione. Ad aprire il corteo gli scout dell’Agesci. Il corteo si è mosso alle 20,10 da piazza Pia ad Anzio, ha percorso piazza della Pace, la riviera Zanardelli, la salita dei Marinaretti, la pista ciclabile lungo via Gramsci, piazza Mazzini, fino a raggiungere piazza Cesare Battisti davanti al Comune di Nettuno dove al secondo piano sono state accese le luci così come aveva promesso il commissario straordinario Bruno Strati.

Obiettivo della manifestazione è stato quello di tenere alta la guardia rispetto alle infiltrazioni mafiose nella pubblica amministrazione come emerso nell’inchiesta “Tritone” della Direzione distrettuale antimafia che, nel febbraio scorso, portò all’arresto di 65 persone e all’accertamento di collegamenti tra esponenti della criminalità organizzata ed amministratori pubblici.
Alla marcia hanno partecipato i consiglieri comunali di Anzio Maria Teresa Russo, Lina Giannino e Luca Brignone. Per quanto riguarda il comune di Nettuno erano presenti gli ex consiglieri Roberto Alicandri, Marco Federici, Simona Sanetti Daniele Mancini. A sorpresa è intervenuto alla marcia anche l’ex sindaco del Movimento 5 Stelle Angelo Casto.

Per quanto riguarda i partiti erano presenti i segretari del Pd di Anzio e Nettuno Luigi Visalli e Carla Giardiello e il segretario del Partito di Rifondazione Comunista di Anzio Umberto Spallotta; presenti anche il deputato Stefano Fassina, il presidente dell’Osservatorio contro la criminalità della Regione Gianpiero Cioffredi e le rappresentanze dei sindacati e della società civile: c’erano le bandiere della Cgil, della Uil, di Legambiente, delle Acli, della Rete NoBavaglio, dell’Anpi e di Libera.