Home In evidenza Nettuno, la minoranza nega accordi col sindaco

Nettuno, la minoranza nega accordi col sindaco

70
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

In un momento così difficile per l’amministrazione di centrodestra alla guida di Nettuno sono nate delle voci su un possibile accordo per trovare una maggioranza alternativa per poter portare avanti l’esperienza del sindaco Alessandro Coppola. Pronta però è arrivata la smentita di tutti i dieci consiglieri comunali d’opposizione, che in una nota hanno voluto negare assolutamente questa opportunità.

Nel creativo mondo della politica nettunese, si sa, tutto sembra possibile e dato che qualcuno, ad arte, sta mettendo in giro la falsa voce di colloqui con il sindaco da parte di alcuni consiglieri di minoranza, vogliamo ribadire con forza la nostra posizione – scrivono i dieci – questa amministrazione era finita già prima dell’arrivo della commissione d’accesso, e quindi, mai come ora sarebbe folle per chiunque di noi pensare che il sindaco Coppola possa essere oggi un interlocutore politico. L’unica cosa che egli deve fare è dimettersi e liberare la città. Come consiglieri comunali di minoranza non possiamo, non vogliamo e non dobbiamo, oggi, per coerenza personale ed onestà intellettuale, diventare oggetto di speculazione politica da parte di qualche consigliere di centrodestra che millanta chissà cosa. Se la maggioranza esiste ancora, e abbiamo forti dubbi, voti il bilancio, altrimenti costoro si scollino dalle sedie, in primis il sindaco Coppola che in questi anni – concludono dalla minoranza – ha spesso minacciato di andarsene, restando però sempre ben aggrappato alla sua poltrona“.