CONDIVIDI

Sul futuro nel rapporto tra il Comune e di Nettuno e il canile Alba Dog di Pomezia, regolato da una convenzione che scade il 29 giugno, interviene il consigliere comunale del Pd Roberto Alicandri che rileva come “non pare che ci sia all’ordine del giorno la volontà approntare il nuovo bando, visto che in commissione l’argomento non è stato nemmeno sfiorato”.
Inoltre – continua Alicandri – in queste ultime ore è apparso un video dell’assessore (per ora senza deleghe) Claudio dell’Uomo che dopo aver visitato la struttura parrebbe perorare la prosecuzione dell’accordo con la struttura che sta vivendo una controversa situazione. Difatti sembra che la magistratura abbia aperto una inchiesta proprio su questa struttura,inchiesta che secondo le parole del comandante della polizia locale di Ardea, rilasciate alla stampa, non sarebbe ancora conclusa”.
Non vorremmo quindi – continua il consigliere del Pd – che la mancanza di programmazione porti ad una proroga del servizio, magari avvalorata dall’entusiastico giudizio dell’assessore nel suo video che porta il logo del suo attuale movimento (altra stranezza amministrativa). Chiedo quindi – conclude Alicandri – che venga approntato al più presto un nuovo bando, che assicuri livelli alti di standard qualitativo del servizio e che sia di durata strettamente necessaria per consentire la realizzazione di un rifugio per animali sul nostro territorio, come votato in consiglio comunale in modo più che trasversale. La Giunta prenda quindi atto del chiaro indirizzo che le ha dato il consiglio comunale, ovvero la assoluta necessità di una struttura a Nettuno e dia inoltre imput perché venga assicurato il meglio ai nostri amici animali mediante un nuovo bando”.