Inizia domani il mese dedicato a Maria e alla patrona di Nettuno “Nostra Signora delle Grazie”. Sarà un maggio diverso da quello degli altri anni per le limitazioni imposte dal coronavirus che quest’anno non consentiranno l’uscita delle tradizionali processioni di andata e ritorno.  Per tutta la settimana in cui tradizionalmente si tiene a Nettuno la Festa in onore della Patrona, le messe e il Santo Rosario saranno trasmesse in diretta televisiva sulla emittente YoungTv All Music ( Ch. 199 e 871). Sul sito del Santuario di N.S. delle Grazie   https://www.santuarionettuno.it/   sono stati pubblicati in formato Pdf il sussidio liturgico, il Canto Popolare in onore di Nostra Signora delle Grazie e il libretto dei canti per le messe dal 1 al 10 maggio 2020 di cui si riporta il calendario.
Dal 1 al 10 maggio tutti i giorni alle ore 12: Regina Coeli e Supplica alla Madonna delle Grazie
Tutti i giorni alle ore 17,30 Recita del Santo Rosario e delle Sante Messe.
  • 1 maggio: Padre Pasquale Gravante, rettore Santuario N.S. delle Grazie e S. Maria Goretti
  • 2 maggio: don Fabrizio, arciprete parroco Chiesa San Giovanni
  • 3 maggio: Padre Pasquale Gravante, rettore Santuario N.S. delle Grazie e S. Maria Goretti
  • 4 maggio: don Luca, parroco Chiesa Sant’Anna
  • 5 maggio: don Giuseppe, parroco Chiesa San Paolo
  • 6 maggio: don Angelo, parroco Chiesa Santa Barbara
  • 7 maggio: don Carlo, parroco Chiesa San Giacomo
  • 8 maggio: don Carmelo, parroco Chiesa Santa Lucia e Madre del Buon Consiglio
  • 9 maggio: don Jefferson, parroco Chiesa San Pietro Claver
  • 10 maggio don Massimo, parroco Chiesa Sacro Cuore di Gesù e vicario di Nettuno
Dall’11 maggio al 31 maggio alle 17,30: Diretta Santo Rosario, Santa Messa e Supplica alla Madonna delle Grazie
L’Amministrazione comunale di Nettuno rinnova l’invito a tutti i cittadini di esporre la sera di sabato 2 maggio e la sera di domenica 10 maggio, date in cui si sarebbe svolta la processione di andata e di ritorno, una candela accesa fuori dalla propria abitazione. #UnaluceperMaria per sentirci uniti anche se costretti ad essere distanti.