Home In evidenza Piani di Zona e ‘guerra’ dei fondi, il M5S di Anzio chiede...

Piani di Zona e ‘guerra’ dei fondi, il M5S di Anzio chiede i documenti

17
0
SHARE

Quali sono i servizi in atto? Il servizio domiciliare è garantito? Quanto è stato speso e quanto ancora è disponibile? Le somme residue sono immediatamente disponibili? Sono i quesiti posti in queste ore dalla capogruppo consiliare del M5S di Anzio, Rita Pollastrini che interviene sull’accesa querella legata ai Piani di Zona e alla ‘guerra’ dei fondi di cui ci siamo occupati questa settimana su Il Granchio.

Partendo dalla vicenda, appunto, dei piani sociali di zona del Distretto Anzio/Nettuno, il cui punto cruciale sarebbe la verifica dei fondi a disposizione per l’erogazione dei servizi alle fasce piu deboli della popolazione, la Pollastrini sottolinea come “al di là di chi debba essere il Comune capofila, quello che interessa ai cittadini è che i servizi vengano erogati. Ho quindi provveduto a richiedere la documentazione relativa ai piani sociali di zona ed in particolare: l’importo complessivo dei trasferimenti della regione lazio al Distretto per i Piani di Zona, l’ammontare del Budget attuale del Distretto, la tabella riepilogativa dei progetti e degli interventi erogati e il verbale dell’ultima riunione del Comitato Istituzionale, che è l’organo deliberativo del Piano Sociale di Zona. È indispensabile fare al più presto chiarezza sull’argomento affinché le dinamiche politiche tra i comuni di Anzio e Nettuno non passino sulla pelle dei cittadini piu deboli“.