SHARE
Giuseppe Mazzanti (Duck Foto Press)

Anche in gara 2 il Nettuno Baseball City  sconta lo sciopero della maggioranza dei giocatori e cede ancora per manifesta inferiorità, 14-4 questa volta, alla capolista Bologna. Che segna subito sette punti al primo inning e, di fatto, indirizza e chiude la partita. A differenza di gara1, rientrano nei ranghi il capitano Giuseppe Mazzanti, che venerdì aveva aderito allo sciopero, e Renato Imperiali che era stato assente per un impegno già comunicato alla società.

Per il resto si è registrata la defezione quasi totale degli stranieri che continuano la protesta per il mancato pagamento degli stipendi. E così ancora una volta non hanno risposto alla convocazione del tecnico Gary Villalobos ben sette giocatori: Teran, Angulo, Noguera, Rodriguez, Ruiz Seco, Ustariz e Vaquez. Mentre Alvarez è infortunato e Richetti è tornato a casa. Per gara2 il tecnico venezuelano è stato costretto a far giocare anche due suoi uomini del suo staff, Massimiliano Masin e Fabrizio Ludovisi. Sempre peggio.