Home In evidenza Anzio, interrogazione sul Consorzio di Lavinio. Il M5S: “Interesse di pochi più...

Anzio, interrogazione sul Consorzio di Lavinio. Il M5S: “Interesse di pochi più che collettivo”

56
0
SHARE
Consorzio di Lavinio
Contributo o imposizione iniqua? Il quesito, che riguarda il Consorzio Sant’Olivo e Sant’Anastasio, è stato posto da Rita Pollastrini, capogruppo del Movimento 5 Stelle ad Anzio. Raccogliendo decine e decine di contestazioni da parte dei cittadini di Lavinio che si sentono ingiustamente vessati, la consigliera ha chiesto delucidazioni all’Amministrazione comunale.
Facendo proprio il problema, il M5S di Anzio aveva inserito la questione del Consorzio nel programma partecipato e oggi, da forza di opposizione, si fa voce in consiglio comunale con un’interrogazione a risposta scritta che mira a chiarire il ruolo del Comune nella vicenda“.
Che controlli vengono effettuati sulle somme che il Comune ogni anno eroga al Consorzio?  Che ruolo svolge il Comune nella programmazione dei lavori? E sulla ripartizione del tributo? Perché alcune strade dichiarate dallo stesso Comune di propria competenza sono invece comunque sottoposte al tributo consortile? Sono alcuni dei quesiti posti da Rita Pollastrini che chiede di chiarire, una volta per tutte, i rapporti tra Ente e Consorzio e mettere in trasparenza “quello che oggi sembra più un interesse di pochi che collettivo“.