Il Comune chiarisce punto per punto la situazione della scuola materna “Fratelli Grimm” di via Aniene

In un comunicato stampa ufficiale, il Comune di Nettuno mette a dsposizione la cronistoria della situazione della scuola dell’infanzia “Fratelli Grimm” sita in via Aniene.

Stiamo lavorando per dare una scuola ai bambini – si legge nel comunicato – questo è l’obiettivo di ogni scelta compiuta finora dal Comune a partita dall’Ordinanza del settembre 2016 di interdizione del plesso di via Aniene“.

Lo “storico” parte dal 26 settembre 2016, giorni in cui viene emessa l’ordinanza di interdizione del plesso Fratelli Grimm, ripercorrendo tutte le procedure fatte, nei tempi necessari, per stabilire i lavori seguire.

Poi si legge della decisione di avviare una “procedura negoziata per selezionare il tecnico per la progettazione preliminare e definitiva della scuola materna di via Aniene presso le aree in disuso del plesso scolastico di via Canducci“. Il tutto datato 9 febbraio 2017.

L’ultimo punto della cronistoria è datato 7 settembre 2017 in cui si spiega che, per effettuare i lavori, il Comune deve attendere la risposta dalla Cassa Depositi e Prestiti; senza la quale non può disporre dei fondi necessari a procedere alla gara che sarà bandita attraverso la Stazione Unica Appaltante della Città Metropolitana di Roma Capitale trattandosi di un importo superiore ai 100.000 euro.

Senza le risposte degli organi superiori all’istituzione comunale non è attualmente possibile procedere su altri passaggi.

La cosa più evidente in tutta questa storia è che con, tutta questa burocrazia, i bambini sono ancora senza una scuola e sono dovuti essere divisi tra i plessi di via dell’Olmo e via Teulada un’altra volta (Un approfondimento in merito sarà disponibile sulla versione cartacea del nostro giornale in uscita sabato 16 settembre).

Lo storico completo è disponibile sul sito internet del Comune di Nettuno (qui)