Home Cronaca Degrado all’ospedale Riuniti, le precisazioni della Asl

Degrado all’ospedale Riuniti, le precisazioni della Asl

1735
0

Dopo la denuncia di Città Insieme in merito allo stato di degrado in cui versano alcune parti dell’ospedale Riuniti e dopo il nostro articolo dell’11 luglio (Leggi qui), sono arrivate le precisazioni dell’ufficio tecnico della Asl Roma 6.
Nel comunicato stampa inviato presso la nostra redazione, viene ribadito che l’ente è a lavoro per risolvere le criticità e che per questo ha già incaricato una ditta specializzata per iniziare i lavori. Viene specificato, inoltre, che dei problemi esistenti è già stata informata la Regione Lazio e che si sta provvedendo a ripristinare il tutto.

Di seguito, la nota completa, nella quale vengono specificati tutti gli interventi portati avanti dalla Asl:

“Il Padiglione intero è stato oggetto di intervento per la messa in sicurezza generale in seguito ad un diffuso effetto di carbonatazione della struttura metallica del c.a. che aveva notevolmente compromesso la tenuta degli strati superficiali “copriferro”. Per evitare distacchi improvvisi di materiali dalle facciate e garantire l’incolumità di persone e/o cose l’ufficio tecnico preposto ha immediatamente stilato in data dicembre 2016 un verbale di somma urgenza lavori, ed assegnato con tale procedura l’incarico a ditta specializzata nel settore, che dopo circa un mese di lavori ha terminato l’ esecuzione di quanto necessario, mirata ad eliminare, come prima fase,  qualsiasi potenziale pericolo derivante dalle fatiscenze riscontrate e periziate. Di seguito l’Azienda ASL Roma 6 con atto ufficiale D.D.G. n. 503 del 6 luglio 2017 ha trasmesso alla Regione Lazio schede tecniche specifiche, per l’approvazione di alcuni lavori di manutenzione straordinaria programmati relativi a diverse strutture Aziendali, il tutto rientrante in un finanziamento concesso dalla stessa Regione Lazio con precedente atto D.G.R. n. 358/2016 per complessivi €.700.000,00. Nella stessa programmazione trasmessa alla Regione ed attualmente al vaglio degli uffici competenti, è stata inclusa la scheda tecnica come seconda fase necessaria al risanamento delle facciate (trattamento ferri e risanamento) ed adeguamento al D.Lgs. 81/08 del Padiglione Faina per stimati €. 250.000,00. Per quanto riguarda la bonifica vegetazionale esterna in direzione  comprensorio ospedaliero, e per qualsiasi altra implementazione della  segnaletica stradale orizzontale e verticale, si dovrà inoltrare richiesta al Comune di Anzio settore tecnico Parchi e giardini competente per territorio, mentre per la viabilità stradale interna, afferente le strutture Ospedaliere, è già stato previsto, con l’ausilio di fondi aziendali, un intervento per il generale rifacimento della segnaletica e dove necessario l’applicazione ulteriore di cartellonistica esplicativa per l’accesso dell’utenza al nosocomio”.