Home Cronaca Anzio Anzio, il Comune chiede 5 milioni di euro a La7 a tutela...

Anzio, il Comune chiede 5 milioni di euro a La7 a tutela dell’immagine cittadina

2894
0

Che il servizio mandato in onda da La7 (http://ilgranchio.it/2016/10/24/anzio-ancora-sui-media-nazionali-al-tg-la7-per-presunte-infiltrazioni-criminali/) e l’intervento in Parlamento della senatrice Elena Fattori fossero destinati ad un avere un’eco lo si era capito subito. Ma che dalle parole si passasse alle vie di fatto in effetti coglie di sorpresa: il sindaco Luciano Bruschini, dopo averlo annunciato giorni fa e dopo aver diramato un comunicato dai toni fortissimi nei confronti della grillina (che potete leggere qui), stamattina ha formalmente incaricato il legale del Comune Giovanni Di Battista di procedere con un’azione legale sia nei confronti della testata giornalistica – che ha in parte ripreso il testo delle quattro interrogazioni parlamentari presentate da Sel, Si, Pd e 5Stelle – sia nei confronti della Fattori, movimento 5Stelle che rivolgendosi ad Alfano aveva affermando, tra l’altro, “se sia il caso di insediare una commissione prefettizia che preluda lo scioglimento del Comune per mafia….  Anzio è a pochi chilometri da Roma, sta dando un esempio di mala gestione e il ministro tardando a rispondere lascia che Cosa Nostra si impadronisca del Litorale”. Un danno d’immagine, lo aveva definito subito dopo il servizio Bruschini che oggi chiede 5 milioni di euro a titolo di risarcimento che, in caso di vittoria in Tribunale, saranno devoluti alle famiglie meno abbienti di Anzio.

Stamattina la decisione di adire le vie legali: “Si tratta di servizi televisivi sconcertanti e di affermazioni non vere  – ha informato il primo cittadino anziate – che infangano il Comune e tutti i cittadini di Anzio,  rispetto alle quali abbiamo dato mandato all’avvocato Di Battista di procedere subito, in sede civile e penale, con una richiesta di risarcimento danni di non meno di cinque milioni di euro che saranno devoluti alle famiglie disagiate della nostra città.  Ci sono senz’altro delle difficoltà – prosegue il Sindaco di Anzio –  ma credo che la situazione economica e territoriale del nostro comune sia di gran lunga migliore di molte altre città vicine e lontane. Sono pronto a confrontarmi, con tutti, sui problemi della nostra città, che conosco meglio di chiunque altro, ma non consento a nessuno di sporcare l’immagine di Anzio. L’Amministrazione di una città, fortunatamente, la scelgono i cittadini nel segreto dell’urna elettorale e non può essere sovvertita con i teoremi di alcuni parlamentari che neanche sanno di cosa stanno parlando”.