SHARE
(foto Teresa Barone)

Erano più di cento le persone presenti alla cena di ieri sera al ristorante Tulipano Nero organizzata dall’associazione “Al Grande Campione Giulio Rinaldi” per raccogliere fondi per realizzare la statua dedicata al campione di boxe anziate. Amici, conoscenti, tanta gente di Anzio, ma anche di Nettuno e Roma, hanno accettato l’invito dei promotori (e membri dell’associazione) Patrizio Colantuono, Pietro Rinaldi e Victor Hugo Castaldi. E’ stato un ritrovarsi per ricordare anche le grandi gesta, non solo sportive, di Giulio Rinaldi. Nella serata sono stati proiettati dei filmati del pugile e alcuni si sono riconosciuti mentre erano presenti ai bordi del ring. “E’ stata una grande e bella serata – ha detto Pietro Rinaldi, figlio del campione anziate – e tanta gente ha risposto al nostro invito. Sono stato molto contento e come inizio abbiamo raccolto una buona cifra di soldi”. Soddisfatto anche Patrizio Colantuono. “Sono rimasto sbalordito della risposta dei ‘portodanzesi’ – sottolinea il presidente della neonata associazione – e questo sta a significare che Giulio Rinaldi è rimasto nel cuore di tanti. Anche di persone che non sono di Anzio. Penso che lui e l’ex sindaco Castore Marigliani sono le due persone che con il loro impegno e le loro gesta sono riuscite a far ricompattare una città negli anni a seguire dopo l’ultima guerra mondiale. Ci saranno altre iniziative, tra le quali anche una lotteria, per raccogliere altri fondi – continua Patrizio Colantuono – e l’amministrazione comunale ha sposato in pieno la nostra idea”. Ricordiamo che Giulio Rinaldi è scomparso il 18 luglio del 2011 all’età di 76 anni. Il campione anziate ha calcato il ring dal 1956 al 1970 ed oltre a vincere diversi titoli italiani è stato anche più volte campione europeo dei medio massimi. Tra i ricordi rimasti nella storia la sfida per il titolo mondiale (perso) del 1961 contro il noto pugile americano Archie Moore al Madison Square Garden di New York. A lui gli è stato già dedicato il nuovo palazzetto dello sport costruito anni fa e che secondo i progetti dell’amministrazione comunale dovrebbe aprire i battenti nel 2019. Inoltre l’associazione ha aperto un conto corrente postale anche per chi vuole dare un proprio contributo alle realizzazione della statua. Il codice IBAN è il seguente: IT23Y0760103200001044232039.

Giulio Rinaldi