Home In evidenza Anzio, albo dei fornitori e compostaggio domestico. Le proposte del M5S in...

Anzio, albo dei fornitori e compostaggio domestico. Le proposte del M5S in Commissione

835
0
SHARE
Movimento 5 Stelle

Rotazione dei professionisti e regolamento per il compostaggio domestico. Sono gli ultimi due obiettivi, in ordine di tempo, del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Anzio che tiene gli occhi ben puntati su trasparenza, ambiente e atti amministrativi.

Di rotazione dei tecnici, al fine di evitare che vengano assegnati lavori ed incarichi sempre alle stesse persone, si parlerà in commissione Lavori Pubblici; in quell’occasione – spiega il consigliere Alessio Guainsi getteranno le basi sul regolamento dell’albo dei fornitori per i servizi di architettura ed ingegneria. Il M5S proporrà la rotazione di tutti i professionisti in modo oggettivo, trasparente ed efficace“.

E sempre in commissione, ma Ambiente, in questi giorni si sta valutando l’altra proposta del Movimento, quella sul regolamento  per il compostaggio domestico ed il relativo Albo Compostatori. “Sono passati 8 anni dal primo annuncio di distribuzione delle compostiere e dell’avvio di questa buona pratica – riferisce Mariateresa RussoOtto anni in cui le compostiere fornite dalla ex – Provincia di Roma (2000 pezzi secondo l’accordo, poco meno di 1000 secondo l’Assessore Fontana) sono rimaste a marcire in un deposito e sono ormai inutilizzabili e dovremo, anzi, probabilmente, pagare per smaltirle. Otto anni in cui i cittadini armati di buona volontà, fanno compostaggio in maniera autonoma ed indipendente dalle iniziative comunali, comprando o costruendo compostiere a proprie spese e provvedendo ad informarsi da soli“. Attraverso l’approvazione di un regolamento e l’istituzione di un Albo, propongono i consiglieri del M5S quella del compostaggio sarà una pratica integrata nel sistema di gestione rifiuti comunale. Con l’obiettivo di praticare sconti sulla tari per chi pratica il compostaggio e ridurre la quantità di rifiuti in discarica.