Home Cronaca Anzio, 600 mila euro di contestazioni alla Camassa sul servizio dei rifiuti....

Anzio, 600 mila euro di contestazioni alla Camassa sul servizio dei rifiuti. Il tribunale respinge il ricorso della ditta

1251
0
SHARE
Camassa

Ammontano a 600 mila euro le contestazioni sollevate dal comune di Anzio nei confronti della Camassambiente relativamente al servizio della raccolta differenziata che, evidentemente, non viene svolto in modo né puntuale né impeccabile. A rafforzare gli atti firmati dalla dirigente dell’area Ambiente Angela Santaniello è intervenuta oggi la decisione del Tribunale di Roma che ha respinto il ricorso della Camassa contro il Comune per l’inibizione in via cautelare delle penali relative ai disservizi contestati.

Disservizi che ammontano a circa 400.000,00 euro. In particolare il Giudice ha rilevato che le penali erano già state applicate e che l’ipotetica risoluzione contrattale non era stata disposta. “Quanto disposto dal Tribunale di Roma – afferma il vicesindaco con delega alle politiche ambientali, Danilo Fontana – conferma il corretto operato dell’Amministrazione ed in particolare della dottoressa Santaniello. L’attività di controllo e di monitoraggio del servizio, posta in essere dal Comune, ha portato a tutta una serie di ulteriori contestazioni che, complessivamente, al momento ammontano a quasi 600.000,00 euro. I cittadini hanno diritto ad un servizio efficace ed efficiente, lavoriamo in questa direzione per raggiungere l’obiettivo”. 

Anzio, 7 agosto 2018