Home In evidenza Casto non si ferma e ricorre al Consiglio di Stato

Casto non si ferma e ricorre al Consiglio di Stato

1006
0
SHARE
Movimento 5 Stelle

Dopo il “no” ricevuto dal Tar ex Sindaco e ex consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle hanno deciso di non fermarsi e di presentare ricorso presso il Consiglio di Stato. Materia del contendere, ovviamente, le dimissioni dei nove consiglieri di opposizione e dei quattro di maggioranza che hanno provocato la fine anticipata dell’esperienza amministrativa pentastellata a Nettuno. Nel loro ricorso ex primo cittadino e ex consiglieri ribadiscono la questione delle dimissioni non contestuali, che non avrebbero dovuto quindi portare il segretario generale a procedere con l’iter che avrebbe poi portato allo scioglimento e sottolineano alcuni passi della nota della Prefettura in cui si segnalano alcuni errori, come quello secondo cui il Comune di Nettuno sarebbe comunque andato al voto nel 2019 per scadenza naturale del mandato. Ora bisognerà quindi attendere almeno il mese di settembre per conoscere la nuova sentenza: se il ricorso verrà accolto porterebbe al clamoroso ritorno in sella del Movimetno 5 Stelle; se invece il Consiglio di Stato sarà d’accordo con quanto già sentenziato dal Tar non ci sarà più alcun appiglio per gli ormai ex amministratori, se non ripresentarsi alle elezioni che si terranno probabilmente il prossimo anno (e non per scadenza naturale).