Home Cronaca Parcheggio lunga sosta: la replica del dirigente Ierace: “Rimossa una situazione di...

Parcheggio lunga sosta: la replica del dirigente Ierace: “Rimossa una situazione di pericolo al porto. Nessuna autorizzazione alle coop”

1479
0
SHARE
Polizia locale
Il comandante della Polizia Locale di Anzio Sergio Ierace

Sulla questione della gestione del parcheggio lunga sosta al porto di Anzio svolto da due cooperative autorizzate dal Comune nel 2016 per cinque anni, interviene oggi il dirigente della Polizia locale Sergio Ierace. E lo fa dopo essere stato tirato in ballo dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che gli addebita delle responsabilità nella vicenda parcheggi luna sosta. “Mi pare giusto – spiega il dirigente – che in questa storia vada chiarito il ruolo della Polizia locale alla quale non possono essere attribuite responsabilità che non ha. Io sono arrivato al comando nel dicembre del 2016 e nei primi mesi di quest’anno sì è presentato il problema della presenza delle due cooperative che gestiscono il parcheggio lunga sosta su piazzale Marina d’Italia dove spesso si registravano liti e risse tra dipendenti delle cooperative stesse per accaparrarsi le auto degli automobilisti che andavano a Ponza. Una posizione, quella di piazza Sant’Antonio che sotto il profilo della sicurezza andava rivista”.

“A quel punto – continua il dirigente comunale -, in accordo con Capo d’Anzio, come comando abbiamo trovato la soluzione, individuando la parte esterna di piazzale Marina d’Italia, alle spalle della murata del porto, come possibile hub da destinare al parcheggio lunga sosta. Ho segnalato questa soluzione che è stata recepita dalla Capo d’Anzio e dal Comune che, infatti, ha successivamente autorizzato le due cooperative ad occupare l’area dietro al porto liberando piazzale Sant’Antonio. Questo il mio ruolo in questa storia: rimuovere una situazione di pericolo in una zona nevralgica del porto e indicarne un’altra, più defilata, da destinare al parcheggio lunga sosta alle cooperative. Insomma, trovare una soluzione e questo abbiamo fatto come comando. E’ del tutto evidente– conclude il dirigente Ierace – che non abbiamo nulla a che fare con le due cooperative autorizzate dal Comune a gestire il parcheggio lunga sosta nel 2016, un anno e mezzo prima che io arrivassi ad Anzio”.