SHARE

Sull’inchiesta “27 proroghe”, intervengono i consiglieri del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle al comune di Anzio Rita Pollastrini, Alessio Guain e Mariateresa Russo. “Appreso del rinvio a giudizio dell’assessore Salsedo nell’ambito dell’inchiesta 27 proroghe – scrivono i tre consiglieri – si ritiene che la posizione di assessore sia in questo momento inopportuna da un punto di vista politico visto che la parte offesa nell’inchiesta, così come si legge dagli atti, risulta essere proprio il comune di Anzio.
Al di là delle garanzie di legge e dell’iter giudiziario che non ci riguardano, il nostro giudizio resta comunque
politico e chiediamo quindi al sindaco di revocare l’incarico dell’assessore.  Questa amministrazione – continua il gruppo del M5S – non più di quindici giorni fa si è presentata alla città rivendicando una discontinuità e un cambio di passo rispetto la precedente, che ricordiamo ha visto smantellato da un’inchiesta l’intero comparto ambiente. Ci si attende quindi un segnale concreto in tal senso”.